Giro della più grande isola del Mediterraneo

Cappella Palatina di Palermo

palerme_chapelle_palatine_0845La Cappella Palatina è una basilica a tre navate dedicata ai Santi Pietro e Paolo. E ‘stata costruita su la richiesta di Ruggero II, consacrata il 28 aprile, 1140, diventando la chiesa della famiglia reale.

Le tre navate sono separate da colonne di granito e marmo, sostenute da una struttura di archi a sesto acuto. In passato, la cupola e il campanile erano visibili dall’esterno, prima di essere incorporati nel palazzo.

La cupola, il transetto e le absidi sono interamente rivestite di mosaici bizantini. Essi sono tra i più grandi in Sicilia e altrove, rappresentano il Cristo Pantocratore, i Vangeli e diverse scene bibliche. Il più antichi sono quelli della cupola, risalente alla costruzione originale nel 1143.

palerme_mosaiques_chapelle_palatine_0851Il soffitto in legno delle navate è decorato con sculture e dipinti di stile arabo. Ogni “piatto” porta delle stelle, rappresentazioni di animali, ballerini e varie scene.

Dopo il terremoto del settembre 2002, ha seguito il restauro che è stato completato nel luglio 2008. Si è fatto in particolare sotto il patronato della fondazione Federico II.
La Messa viene celebrata ogni Domenica alle ore 10.00 (vedi Museo Diocesano).

adsensefeed

Posizione

Galleria foto della Cappella Palatina

Vedere anche sul Palazzo dei Normanni

  • Palazzo dei NormanniPalazzo dei Normanni
    Il Palazzo dei Normanni, precedentemente conosciuto come il Palazzo Reale, divenne la sede dell’Assemblea Regionale Siciliana. E ‘la più antica residenza reale in Europa, dai re di Sicilia, e anche sede ...
  • Storia del Palazzo dei NormanniStoria del Palazzo dei Normanni
    Situato nel punto più alto della città antica, si trova nel seminterrato del palazzo dei resti delle mura delle prime colonie puniche. Il primo edificio, il Qasr è attribuita agli arabi, ...
  • Fotografie del Palazzo dei NormanniFotografie del Palazzo dei Normanni
    Cappella Palatina Nella stessa categoria

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Destinazioni