Tour de la plus vaste île méditerranéenne

Tindari e la sua laguna

sicile_plage_6664

Tindari è un incantevole villaggio nel Golfo di Patti, in provincia di Messina.
Fondato nel 396 AC dai mercenari di Siracusa in guerra contro Cartagine, deve il suo nome a Tindaro, il leggendario re di Sparta.

Le rovine di Capo Tindari, l’antico santuario di origine greca di Tindari, si trovano in una splendida cornice dalla quale, con il bel tempo, si possono vedere le isole Eolie. Tra gli altri, resti dell’antico santuario, una basilica e quelli di un teatro greco.

L’antica città di Tindari era formata da un piano urbano a scacchiera, tipicamente romano, circondato da spessi recinti di pianta quadrata.

tyndaris_teatro_antico_6648

Il bello Teatro Greco risale alla fine del IV secolo, fu rielaborato dai Romani. Sul lato di un promontorio, di fronte al mare, la sua larghezza è di circa 60 metri. Oggigiorno ci sono festival di musica e teatro.

Il Santuario della Madonna Nera è la principale curiosità di Tindari. La leggenda narra che la Vergine fu abbandonata dai marinai bloccati sotto il promontorio, credendo che fosse volontà di Dio lasciarla lì per permettere loro di tornare al mare. La Vergine è celebrata il 7 settembre.

La Laguna di Olivieri, o Laguna di Tindari, è un bellissimo braccio di mare classificato come riserva naturale. La sua spiaggia Marinello attira i turisti, più che la vicina Cava Donna Villa.

adsensefeed

Sulla mappa

Galleria foto dei vestigi di Tindari e del promontorio

Galleria foto del santuario di Tindari

Nella stessa categoria

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Destinazioni