Giro della più grande isola del Mediterraneo

Segesta

Il sito di Segesta è rinomato per due antichi edifici che occupano due colli del sito archeologico: un tempio dorico incompiuto, della fine del V secolo a.C., e il teatro. Queste sono le maggiori vestigia dell’antica Segesta, città che un tempo era nemica della vicina greca Selinunte più a sud e vicino alla costa meridionale.

Sul monte Barbaro, sito probabilmente occupato dai Siculi, la città di Segesta fu fondata dagli Elimi, popolo siciliano che, secondo la leggenda, discendeva dai Troiani.
Era una delle principali città di questo popolo, che condivideva la cultura ellenica e aveva un ruolo importante nel Mediterraneo.

SégesteCon l’aiuto di Cartagine, nel 409 a.C. distrussero Selinunte, città diventata nemica ereditaria.
Quasi un secolo dopo, il tiranno greco Agatocle si vendicò nel 307 a.C., uccidendo 10.000 Elimi e ripopolando la città con greci. La ribattezzò Diceòpoli (“la città della giustizia”).
Successivamente riprese il suo nome e passò sotto il controllo romano durante la prima guerra punica (264 – 241 a.C.). Prosperò di nuovo e fu dotata dai Romani di un vasto territorio.

La città rimase abitata per diversi secoli, fino a l’arrivo degli Arabi e poi dai Normanni, il cui castello sorgeva sul monte Barbaro.

adsensefeed

Cartina

Categoria Segesta

  • Dintorni di SegestaDintorni di Segesta
    Destinazioni siciliane più vicine all’antica Segesta, con il Golfo di Castellammare a nord sulla costa, o Trapani sulla costa occidentale ed Erice a ovest
  • Sito archeologico di SegestaSito archeologico di Segesta
    Il parco archeologico di Segesta è esplorabile a piedi, passando per i seguenti resti: sulla collina occidentale il tempio incompiuto, scendendo ad est le Porte de Valle e parte delle ...

Calatafimi Segesta

calatafimiCalatafimi Segesta è un comune di circa 7.000 abitanti che si sviluppò in epoca araba nel IX secolo intorno al Castello Eufemio, di cui restano i resti alla sommità del paese. È inoltre possibile scoprire il mausoleo di Pianto Romano a pochi chilometri, dedicato ai caduti di una battaglia tra le truppe garibaldine e borboniche il 15 maggio 1860.

Informazioni

Siti esterni

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Destinazioni

Articoli a caso

  • PantelleriaPantelleria
    Pantelleria è la più grande delle isole che circondano la Sicilia, con …
  • Musei di PalermoMusei di Palermo
    Tra i musei della capitale siciliana, uno dei più importanti è il …
  • Castello UrsinoCastello Ursino
    Il Castello Ursino fu costruito tra il 1239 e il 1250 per …
  • RagusaRagusa
    Ragusa è il capoluogo dell’omonima provincia, nella parte sud-orientale della Sicilia, nell’entroterra, …
  • PalermoPalermo
    Da tempo immemorabile al crocevia di civiltà, tra Oriente e Occidente, Africa …