Giro della più grande isola del Mediterraneo

Monreale

La città di Monreale si trova a sud di Palermo, a circa 10 km dal centro sul pendio del Monte Caputo, dominando la fertile pianura della Conca d’oro, dove crescono per secoli aranci, ulivi e mandorli, ecc.
È sede di un’arcidiocesi, nota soprattutto per la sua eccezionale cattedrale arabo-normanna, iscritta al patrimonio mondiale dell’Unesco tra nove altri siti di quell’epoca (a Palermo e Cefalù). È uno degli esempi più belli di questa architettura, che combina influenze normanne, arabe e bizantine. Il suo interno stupende con il 42 mosaici che lo coprono interamente. Di ispirazione bizantina, raffigurano scene dell’Antico e del Nuovo Testamento. Lo splendido chiostro è tipico dell’architettura arabo-normanna e bizantina con i suoi colonnati e arcate (leggi cattedrale di Monreale).

Storia

Il Monte Reale era sotto i normanni una riserva di caccia reale, dove un padiglione accoglieva i signori normanni (situato sul posto dell’attuale municipio), prima che il re normanno Guglielmo II, nipote del grande Ruggero II, vi intraprese la costruzione di un monastero a partire dal 1174 con la costruzione della cattedrale, affidata ai benedettini di Cava de’Tirreni (in Campania). È intorno a questo che la città si sviluppò.
La storia ecclesiastica di questo luogo aveva già un passato, perché all’epoca dell’occupazione di Palermo da parte degli Arabi (fino al 1072), il vescovo di Palermo si era trasferito in una chiesetta di Aghia Kiriaki (poi chiamata Monreale).
I lavori della cattedrale si terminarono nel 1182.

adsensefeed

Cattedrale e monastero di Monreale

cathédrale de Monreale en SicileQuesto gioiello arabo-normanno è all’esterno un edificio massiccio, tipico delle costruzioni normanne, lungo 102 metri, con due grandi torri di cui una fu parzialmente distrutta, un portale romanico con porte in bronzo, un interno diviso da arcate ogivali, e grandi cicli di affreschi realizzati sotto Guglielmo II e Tancredi di Sicilia. Il chiostro si distingue con le sue 228 colonnette, ognuna con la propria decorazione, che mescola arte provenzale, borgognone, araba e stile salernitano (leggi l’articolo sulla cattedrale di Monreale, e la pagina sulla visita completa con il chiostro).

Altri edifici e dintorni

Castellaccio

Questo convento fortificato di architettura normanna edificato sul Monte Caputo che sovrasta Monreale a 764 metri di altitudine è stato costruito nel XII secolo dal re Guglielmo II insieme alla cattedrale e al monastero.
Questo è l’unico esempio di monastero fortificato della Sicilia occidentale, destinato a proteggere Monreale e controllare la valle, incluso dentro un più ampio sistema difensivo.
È stato chiamato Castellaccio probabilmente per le sue tristi condizioni di conservazione.
La cinta presenta torri di cortina, pareti spesse 1,50 metri, numerose feritoie. Il monumento principale è lungo 80 metri. L’interno ha una zona residenziale intorno a un cortile, oggi senza copertura, e una zona monastica, tra cui una chiesa e un altro cortile.
Nel XIV secolo le truppe di Giovanni Chiaramonte danneggiarono la fortezza per sgominare catalani che vi si erano trincerati. Fu in seguito restaurato, ma iniziò ad essere abbandonato nel XVI secolo.
Attualmente ospita un rifugio alpino.

San Martino delle Scale

Fondata nel VI secolo, questa abbazia fu ricostruita nel XIV secolo. Conserva numerosi elementi architettonici di diverse epoche.

L’esterno della chiesa è sobrio. Le decorazioni degli interni sono state realizzate da grandi artisti dell’epoca, come Zoppo di Gangi, Filippo Paladini, Paolo De Matteis e Guglielmo Borremas. La navata incrocia il transetto, sormontato da una cupola, con una Madonna con San Benedetto di Pietro Novelli (1634), un fonte battesimale del 1396 e un portale quattrocentesco. Gli altari sono dedicati a san Benedetto (XVIII secolo) con un dipinto di Pietro Novelli (XVII secolo), e l’altro mostra il San Martino di Filippo Paladini.
Ospita uno dei cori lignei più belli d’Italia, del manierismo della fine del XVI secolo, commissionato ai napoletani Ferraro e Vigliante, ispirato a quello dei Santi Severino e Sossio a Napoli. Il coro è composto da 68 stalle su due piani, con sei grandi tele realizzate da Paolo De Matteis (1727).
Le ricche decorazioni in stucco risalgono all’inizio del XVII secolo.

Fontane di Monreale

fontana del tritone, monreale

Fontana del Tritone

Si scoprono diverse interessanti fontane lungo la strada panoramica Rocca-Monreale costruita nel XVIII secolo: la Fontana del Pescatore in marmo e pietra con i suoi putti, un bacino poligonale; la Fontana del Drago, dello stesso scultore Ignazio Marabitti con il suo drago e i suoi fanciulli; la Fontana ad Emiciclo, realizzata per i poveri della città in marmo e pietra, di forma semicircolare; prima della piazza principale la Fontana ad edicola (o fontana dell’Arpia) del 1665, in una nicchia sormontata da stemmi; al centro di piazza Vittorio Emanuele si trova la bella Fontana del Tritone (Fontana del Tritone) del 1881 con il suo bacino in marmo di forma circolare, e al centro l’uomo tritone su una rocce, sconfiggendo i draghi che emergono dalle acque. Nel chiostro si trova la superba Fontana del Re con la sua colonna al centro del bacino circolare.
Ci sono anche altre piccole e medie fontane in vari luoghi di Monreale (leggi www.monrealetour.it/le-fontane-di-monreale).

Altri monumenti di Monreale

La Galleria Municipale “Giuseppe Sciortino”, all’interno dell’antico Monastero Benedettino, accessibile da Piazza Guglielmo II, conserva oltre duecento opere di artisti italiani del XX secolo.
Il Santuario Madonna delle Croci, a strapiombo del paese, con le sue terrazze, offre un panorama sulla città e sulla cattedrale.
Il Palazzo municipale, era il più antico edificio normanno di Monreale, in origine padiglione di caccia, trasformato completamente in seguito e sede del municipio dal XV secolo.
La Villa del Belvedere, il parco comunale, propone una bella passeggiata con un bellissimo panorama sulla pianura della Conca d’Oro e Palermo.
La Chiesa Collegiata fu costruita nel XV secolo.
Il Palazzo Cutò costruito su un’antica torre di avvistamento offre anche un bel panorama.

Galleria

Cartina

Informazioni

Siti esterni

Categoria Monreale

  • Cattedrale di MonrealeCattedrale di Monreale
    La Cattedrale di Monreale, Santa Maria Nuova, è una basilica papale minore dedicata alla Vergine Maria, situata al centro del paese a meno di 10 ...
  • Visita e foto della cattedrale di MonrealeVisita e foto della cattedrale di Monreale
    Questa pagina descrive più in profondità la cattedrale di Monreale, presentata più succintamente sulla pagina “Cattedrale di Monreale“, i cui aspetti esterni, l’interno con i ...
  • Alberghi a MonrealeAlberghi a Monreale
    Alberghi e alloggi a Monreale in Sicilia. Appartamenti, bed and breakfast o agriturismi.
  • Dintorni di MonrealeDintorni di Monreale
    Destinazioni siciliane più vicine a Monreale, anzitutto con Palermo pochi chilometri a nord. Verso sud Piana degli Albanesi precede i monti Sicani. Ad ovest troviamo ...
Subscribe
Notificami
guest
confidentialite check
0 Commentaires
Inline Feedbacks
View all comments




Destinazioni

Articoli a caso

  • SalinaSalina
    Salina è l’isola più popolosa dell’arcipelago dopo Lipari. 2.300 abitanti vivono nei …
  • Palazzo AdrianoPalazzo Adriano
    Descrizione e visita Nel cuore delle colline dell’entroterra siciliano, tra Palermo e …
  • VulcanoVulcano
    Descrizione Vulcano (Vurcanu in siciliano) contava nel 2001 715 abitanti. Anticamente era …
  • Visita di SiracusaVisita di Siracusa
    Ortigia Il cuore storico di Siracusa, il suo quartiere più antico, è …
  • Comiso e VittoriaComiso e Vittoria
    Due città interessanti, a pochi chilometri di distanza ad ovest di Ragusa, …
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x