Giro della più grande isola del Mediterraneo

Enna

Su un altopiano a 948 metri sul livello del mare, Enna è il capoluogo di una provincia siciliana e una piccola città di quasi 27.000 abitanti, a volte designata come il “Belvedere della Sicilia” per i suoi panorami su una grande parte dell’Isola.
Beneficiando di una vantaggiosa protezione naturale, le sue origini risalgono all’antichità, essendo addirittura un  sito occupato in epoca preistorica.

Probabilmente furono i Sicani a sviluppare la prima urbanizzazione, come punto strategico di difesa contro i Siculi, poi bastione greco, romano, bizantino, arabo, normanno, svevo e aragonese.
Da tempo esiste un santuario dedicato a Demetra, dea dell’agricoltura e della fertilità, il cui tempio occupava la sommità dell’acropoli. La dea “riforniva” la regione di grano o cotone.
Enna resistette a lungo ai Saraceni, capitolando infine intorno all’anno 951. Le fortificazioni della città e del castello lombardo risalgono agli Arabi e ai Normanni (che conquistarono la città nel 1087). Federico II di Hohenstaufen costruì l’imponente recinto all’inizio del XIV secolo. Era qui che sedeva come re della Trinacria. La città passò successivamente sotto la dominazione angioina e poi aragonese.

Oggi Enna beneficia della sua moderna università, del circuito di Pergusa con la Formula 3000 e il Gran Premio di Formula 2 e della produzione elettrica.
Questa città solitaria ha ereditato molto della sua storia, con il suo castello, le torri, il centro storico e le chiese.
I luoghi più belli della città si trovano principalmente lungo Via Roma, attraversando il centro di Piazza Neglia fino al castello, con la sua cattedrale medievale originale, il museo Alessi, il Castello di Lombardia, la chiesa di San Tommaso, o il santuario di Papardura.

adsensefeed

Siti e monumenti in Enna

  • Castello di Lombardi
  • Belvedere
  • Via Roma, la principale arteria del centro storico
  • Il Duomo, esempio di architettura religiosa medievale, del XIV secolo, ma rimaneggiato nel XVI secolo.
  • Santuario di Papardura
  • Chiesa di San Tommaso
  • Torre di Federico II. Torre ottagonale costruita da Federico II sui vestigi di un teatro greco.
  • Porta di Janniscuru. L’unico superstite delle 6 porte del recinto arabo-normanno.
  • Palazzo Varisano, piazza Mazzini, contro la settecentesca chiesa di San Michele, costruita su una struttura cinquecentesca.
  • Palazzo Pollicarini. Palazzo fortificato gotico-catalano, dell’inizio del XVI secolo.
  • Chiesa dello Spirito Santo, parte di un complesso bizantino, ristrutturata nel XIV secolo.
  • Chiesa di San Leonardo Abate, XV secolo.

Mappa

Nella stessa categoria

  • Alberghi a EnnaAlberghi a Enna
    Hotel a Enna in Sicilia e agriturismi, bed and breakfast e appartamenti in centro città e dintorni
  • CalascibettaCalascibetta
    Calascibetta, di probabile origine araba, fu probabilmente fondata da loro durante l’assedio della vicina città di Enna nel 951. Nel 1087 fu il normanno Ruggero I d’Altavilla che vi si stabilì ...
  • Dintorni di EnnaDintorni di Enna
    Destinazioni siciliane vicino ad Enna: Piazza Armerina e la villa romana del Casale a 30 km a sud, Nicosia e il parco dei Nebrodi a nord-est, o il parco delle ...
  • Visita di EnnaVisita di Enna
    Il patrimonio del comune di Enna si concentra principalmente lungo la Via Roma che attraversa il centro, da Piazza Neglia al Castello di Lombardia e alla Rocca di Cerere, passando ...

Informazioni

Siti esterni

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Destinazioni

Articoli a caso