Giro della più grande isola del Mediterraneo

Cosa vedere attorno a Siracusa

Questo articolo elenca i principali siti nelle immediate vicinanze di Siracusa (a non più di 20 km), tra cui siti archeologici, costieri e naturali.
Puoi anche consultare la pagina Dintorni di Siracusa, con una mappa che indica le principali destinazioni più lontane.

Castello Eurialo

Molto vicino alla città, 7 km a ovest di Ortigia, il Castello Eurialo è uno dei siti più storici della città.

Saline e riviera Ciane

Sulla costa appena a sud di Siracusa si trovano le saline con una riserva naturale attraversata dal fiume Ciane, sulle cui rive crescono i papiri.

Riserva del Plemmirio

Più interessante, si raggiunge un po ‘più a sud la graziosa costa protetta della piccola penisola della Maddalena, lunga 14 km. Ospita una ricca flora e fauna, lungo una costa selvaggia, la più bella vicino a Siracusa.

Costa a nord di Siracusa

Al nord del quartiere nord di Siracusa, su una graziosa costa si trovano i resti della tonnara Santa Panagia, una zona di pescatori abbandonata.

Poco più a nord, la riserva naturale di Priolo (12 km) conserva il resto di una bellissima zona umida e le sue saline.

Thapsos

Thapsos è uno dei più importanti siti archeologici dell’età del bronzo in Sicilia (XV-XII secolo a.C.), occupato fino al IX secolo a.C. e situato sulla piccola penisola di Magnisi (in Priolo Gargallo), a circa 15 km a nord di Siracusa. Il luogo ha dato il nome alla cultura di Thapsos, che corrisponde in Sicilia all’età del bronzo medio.

Vi si trovava un villaggio fortificato all’età del bronzo antico, con capanne circolari, al quale successe una più vasta installazione al Bronzo medio, il più grande di quell’epoca nel Mediterraneo occidentale che si conosce (circa 1 km per 400 metri), protetto da un nuovo recinto. È forse la prima apparizione urbana in Sicilia, con i suoi diversi ambienti rettangolari e spazi comuni esterni.

Gli scavi hanno rivelato influenze locali e micenee, nonché importazioni da Cipro e Malta.
I vasi si avvicinano più a quelli della cultura di Tindari (a 150 km sulla costa settentrionale della Sicilia) che alla cultura di Castelluccio di Noto (40 km a sud).

Nella vasta necropoli, le tombe rupestri sono a forma di cupole scavate nella roccia, ispirate alla tradizione egea, con sale e dromos (corridoio). Ci sono anche piccole cavità con vasi decorati.

All’ingresso della penisola, le saline di Priolo è un luogo di passaggio di uccelli migratori, vicino ad una centrale termoelettrica.

A 12 km più a nord, si può anche scoprire il sito archeologico di Megara Hyblaea, città greca fondata in epoca arcaica (VIII prima della nostra era).

Grotta Monello

A 15 km a sud-ovest della città, la grotta Monello è una cavità naturale lunga circa 500 metri con stanze di stalattiti e stalagmiti.

Nei monti Iblei

Più lontano possiamo scoprire due importanti siti della regione: le necropoli di Pantallica nella valle dell’Anapo (40 km a nord-ovest di Siracusa) da un lato, le gole della riserva naturale di Cavagrande (40 km a sud-ovest) d’altra parte.

Informazioni

Siti esterni

Categoria Siracusa

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Destinazioni

Articoli a caso